Vai al contenuto
logo
Professionisti del Pest Control a Brescia
5/5
tarlo del legno
Scopri tutto su: Come eliminare i tarli?

Come eliminare i tarli?

Indice: Come eliminare i tarli?

Come eliminare i tarli?

Per mettere in atto una corretta disinfestazione da tarli è quindi necessario saperli riconoscere ed essere ben informati su tutti i metodi efficaci per evitare una futura infestazione.

Cosa sono i tarli del legno?

Quando si parla di tarli del legno ci si riferisce a degli insetti che invadono i mobili e tutte quelle strutture in legno come le travi o i tetti: si tratta infatti di un vero e proprio parassita che si nutre di questo materiale. I tarli possono appartenere a varie specie e ognuna di esse può prediligere determinati tipi di legno, rappresentando una minaccia per le strutture e i mobili ma anche per la salute dell’uomo. Diventa quindi indispensabile saper riconoscere questo parassita e ricorrere al trattamento migliore per debellarlo.

Come riconoscere un’infestazione di tarli in corso?

La prima cosa da tenere in considerazione è che alcune specie di tarli, comunemente noti come tarli “capricorno”, possono provocare dei rumori. Questo fenomeno si verifica durante il nutrimento delle larve oppure mentre l’insetto sta scavando delle gallerie all’interno del mobile. Non tutti i tarli però sono rumorosi, in questo caso per individuare un’infestazione da tarli è necessario controllare che sui mobili o sulle superfici in legno non vi siano fori o buchi. Se i buchi sono caratterizzati da segatura interna significa che sicuramente sono presenti dei tarli. Per accertarsi basterà scuotere il mobile e verificare la fuoriuscita del rosume. Se questo accade significa che vi è un’infestazione di tarli in corso.

Come eseguire una corretta disinfestazione da tarli?

un pezzo di legno bucato e mangiato dai tarliUna volta accertata la presenza dei tarli all’interno di mobili è necessario intervenire il prima possibile prima che il problema possa peggiorare e che i tarli possano invadere altre strutture. Occorre quindi ricorrere ad un trattamento antitarlo, utile per ostacolare l’invasione in corso.
Grazie ai prodotti appositi reperibili nel mercato è possibile acquistare dei prodotti antitarlo efficaci, tuttavia si tratta di soluzioni adatte per prevenire le infestazioni. Se il problema è già in atto, allora difficilmente potranno garantire la medesima efficacia. Prevenire l’infestazione da tarli è possibile anche mediante delle sostanze repellenti tra cui la naftalina e la canfora. Evitare il rischio di infestazione significa anche prestare attenzione ad altri fattori come l’umidità, che è tra le prime cause responsabili dell’invasione da tarli. Questo parassita infatti predilige gli ambienti umidi e questo può portare ad una rapida diffusione che può trasformarsi in breve tempo in una grave infestazione da tarli.
Se l’infestazione è già persistente non resta che adottare sistemi più efficienti ricorrendo all’uso di sostanze chimiche apposite che agiscono all’interno del legno eliminando i tarli ma senza alcun rischio di danneggiamento del materiale. Questi metodi possono però garantire dei risultati differenti in base al grado di infestazione e al tipo di legno, tuttavia sono sconsigliati i rimedi fai da te che potrebbero non assicurare gli effetti desiderati. È sempre bene affidarsi ad un’impresa di disinfestazione, che grazie ad un attento sopralluogo sarà in grado di debellare definitivamente la presenza dei tarli senza alcun pericolo per la salute dell’uomo e dei manufatti.

Vedi anche  Disinfestazione zanzare, quando farla

Quali sono i sistemi antitarlo più diffusi?

I sistemi antitarlo più diffusi nel mercato sono ad aria calda, a fumigazione, a microonde e in alternativa si ricorre ai rimedi fai da te se l’infestazione è lieve. I trattamenti ad aria calda sono efficaci e privi di sostanze dannose poiché agiscono sull’intera zona dell’infestazione unicamente con aria calda eliminando definitivamente i tarli, sia le uova che gli esemplari adulti. Gli interventi a microonde sono utili per debellare i tarli ma agiscono unicamente sui punti specifici colpiti dall’infestazione. L’intervento a fumigazione prevede l’uso di gas tossici, pertanto è un metodo rischioso per la salute dell’uomo. Per i rimedi fai da te si interviene con prodotti reperibili in commercio, ma che non assicurano la medesima efficacia dei sistemi professionali di disinfestazione antitarlo.

Come eliminare i tarli con prodotti specifici?

Se si opta per il fai da te, basterà applicare il prodotto antitarlo con un pennello, soprattutto sui punti più critici. È importante eseguire questa operazione all’aperto e se possibile smontare il mobile in modo tale da raggiungere anche gli angoli più nascosti. Per potenziare l’effetto basterà eseguire un’iniezione insetticida con una siringa all’interno dei fori e ripetere l’applicazione del prodotto col pennello. Infine, è utile rivestire il mobile con un telo di plastica per favorire un effetto “camera a gas” e attendere almeno 15 giorni prima di scoprire il mobile che dovrà rimanere all’aria aperta fino alla totale asciugatura.

L’acaro del tarlo quando e dove si presenta

L’acaro del tarlo è un insetto parassita che convive con il tarlo del legno all’interno dei cunicoli scavati nei vecchi mobili. Questi insetti possono causare gravi danni ai mobili e agli oggetti in legno, e possono anche rappresentare un rischio per la salute umana. Per proteggere la propria casa e la propria famiglia da questi insetti fastidiosi, è importante rivolgersi a una ditta specializzata nella disinfestazione del tarlo dell’acaro. Negli ultimi anni stiamo ricevendo molti avvisi riguardanti la presenza e quindi la richiesta di disinfestazione acari del legno nelle case in cui si trovano mobili infestati dai tarli.

Vedi anche  Processionarie rimedi e prevenzione

Se vivete nella provincia di Brescia e avete riscontrato problemi con gli acari del tarlo contattateci per una disinfestazione acari del tarlo professionale.

Come accorgersi della presenza dell’acaro del tarlo?

disinfestazione acari foto acaro al microscopio
Esemplare di acaro del tarlo

L’acaro del tarlo, nome scientifico Pyemotes ventricosus, è un parassita delle larve di insetti e provoca reazioni patologiche a livello dermatologico. Anche se è invisibile ad occhio nudo, in quanto la dimensione di un esemplare si aggira intorno a 0,2 mm, la presenza degli acari è documentata dagli effetti sul  nostro corpo.

L’acaro, grazie agli stiletti buccali, punge l’essere umano specialmente nelle zone coperte dai vestiti come le ginocchia, le spalle e i fianchi. 

L’acaro dei tarli esce dai mobili e si riversa su divani, poltrone, coperte e vestiti. La reazione alla puntura è una vescica circondata da un eritema molto pruriginoso che può provocare una dermatite, solo a volte gli effetti sono più gravi, e possono essere accompagnati da febbre, mal di testa, vomito e dissenteria.

 

Acaro del tarlo disinfestazione

immagine in disegno di acaro del tarlo

La femmina dell’acaro del legno partorisce degli individui già adulti (una femmina di acaro in gravidanza può arrivare a misurare anche 1-2 mm), almeno 400 esemplari per volta. Da questinumeri capiamo quant’è veloce la diffusione di questi insetti e dunque il livello di difficoltà nell’eliminarmi è notevole. Proprio per questo diviene necessario un intervento di disinfestazione acari professionale per essere sicuri di debellare la presenza di questo infestante, è importante scegliere una soluzione che sia efficace e al contempo rispettosa dell’ambiente. Inoltre, per prevenire futuri attacchi di tarli, è importante adottare alcune misure preventive, come la regolare pulizia e manutenzione degli oggetti in legno e la conservazione degli stessi in ambienti secchi e ben ventilati. Una corretta disinfestazione dall’acaro del tarlo è quindi un’operazione importante per proteggere il patrimonio edilizio e il nostro ambiente.

Vedi anche  Escrementi di topo: come riconoscere i segnali di un'infestazione

 

Quali sono i segnali di un’infestazione di acari del legno

pezzo di legno infestato da tarli e acari dei tarli
disinfestazione tarli acari

Potete facilmente ritrovare focolai di acari dei tarli nei pressi di vecchi tavoli, sedie, divani e cornici; ma anche nella legna da ardere che spesso viene introdotta con noncuranza in casa ma può essere il primo contatto con i tarli e gli acari.

Il primo segnale è la presenza di buchi o fori nel legno. Questi buchi sono causati dalle larve dei tarli del legno, che scavano i cunicoli all’interno del legno. Inoltre, si possono notare tracce di polvere o segatura di legno, che sono il risultato della loro attività di scavatura.

Inoltre, è possibile notare la presenza di insetti adulti che emergono dal legno. Questi insetti hanno un corpo allungato e sottile, con ali strette e lunghe antenne. Solitamente emergono durante la primavera o l’estate, quando il clima è caldo e secco.

Un altro segnale di infestazione di acari del legno può essere l’odore di muffa o di legno marcio. Questo è causato dal fatto che i tarli del legno e gli acari del legno scavano cunicoli all’interno del legno, che possono portare alla formazione di muffe e funghi.

Richiedeteci un sopralluogo ed un preventivo gratuito per una disinfestazione da acari dei tarli a Brescia e dintorni, saremo subito da voi!

Contatta il Disinfestatore di Brescia

Disinfestazioni Brescia - Chi Siamo

Specializzati nella gestione delle infestazioni.

Brescia+393885873992
Lunedì08:00 - 12:0013:00 - 18:00
Martedì08:00 - 12:0013:00 - 18:00
Mercoledì08:00 - 12:0013:00 - 18:00
Giovedì08:00 - 12:0013:00 - 18:00
Venerdì08:00 - 12:0013:00 - 18:00
Sabato08:00 - 12:0013:00 - 18:00
Email
Chiama